Questo disco è dedicato alla mia larga famiglia e al mio paese.

 
 
 
É un lavoro composto da suoni, ma i suoni per me non sono nulla senza le persone che li abitano e li condividono.


Grazie a Giovanna Marini, Simonetta Soro e Letizia Aprile che hanno dato luce, anima e nome a questo disco.


Anche se non sembra, in realtà ci sono tantissimi ospiti che hanno inconsapevolmente donato la propria musica.

Ci sono i miei paesani, gli Skunchiuruti, c'è la fiumara, c'è Cataforìo.
C'è l'organetto e la straordinaria sensibilità di un amico caro e prezioso, Francesco Berrafato, ci sono i Musaica ed Etnomusa, c'é Roma.

Grazie di cuore a chi mi è stato tanto vicino: a Vale, Walter, Gianvi, Silvia, Grazia, Fra e Ross, Giulio, Valerio, Filippo, Simone e Claudia.

Ci sono anche tutte le persone che, con suoni e pensieri, mi hanno accompagnato in questi anni: Piero Crucitti, Xavier Rebut, Germana Mastropasqua, Massimiliano Morabito, Michele Manca, Elena Ledda, Mimmo u Pomperi, Gabriele Cavallari e Francesco Micelli.

Ed infine, grazie di cuore a chi sta aiutando e sostenendo questo lavoro.